Impianti per la distribuzione dei gas medicinali

Il dispositivo medico “Impianto di distribuzione per gas medicinali” realizzato secondo la normativa UNI EN ISO 7396/1  è schematicamente costituito da:

  • rete di tubazioni, atte a canalizzare i gas ed a distribuirli presso tutte le utenze;
  • riduttori di pressione, finalizzati a garantire che la pressione di distribuzione sia coerente con i vincoli progettuali e/o normativi;
  • valvole di intercettazione;
  • apparecchiature di sicurezza e di allarme con lo scopo di garantire il corretto e regolare funzionamento del dispositivo;
  • unità terminali per l’erogazione alle utenze.

Leggere la descrizione completa più in basso per tutti i dettagli

Categoria:

Descrizione

Il dispositivo medico “Impianto di distribuzione per gas medicinali” realizzato secondo la normativa UNI EN ISO 7396/1  è schematicamente costituito da:

  • rete di tubazioni, atte a canalizzare i gas ed a distribuirli presso tutte le utenze;
  • riduttori di pressione, finalizzati a garantire che la pressione di distribuzione sia coerente con i vincoli progettuali e/o normativi;
  • valvole di intercettazione;
  • apparecchiature di sicurezza e di allarme con lo scopo di garantire il corretto e regolare funzionamento del dispositivo;
  • unità terminali per l’erogazione alle utenze.

Deve essere collegato ad una fonte di alimentazione (centrale di produzione e/o decompressione gas medicinali) che può essere costituita da compressori e/o unità di miscelazione e/o bombole nel caso di aria medicale e bombole e/o contenitori criogenici negli altri casi. Inoltre è collegato ai dispositivi di erogazione finali mediante opportune connessioni che si innestano nelle unità terminali del dispositivo.

Varianti dell’assortimento

Il dispositivo medico può essere fabbricato in differenti varianti in relazione ai seguenti aspetti:

  1. tipo di fonte di alimentazione
  2. tipo di distribuzione adottata.

In particolare:

  • per quanto riguarda il primo aspetto è possibile avere le seguenti tipologie di centrali:
  • con bombole di gas
  • con contenitori criogenici
  • con compressori (solo aria medicale)
  • con unità di miscelazione proporzionale (solo aria medicale);
  • in relazione al secondo aspetto è possibile avere le seguenti tipologie di distribuzione:
  • a singolo stadio, in cui la pressione di distribuzione nella rete è unica e pertanto è presente un solo dispositivo di riduzione della stessa
  • a doppio stadio, in cui la pressione di gas fornita dalla fonte di alimentazione è ridotta in centrale ad un primo valore e successivamente, in corrispondenza di reparti e/o aree omogenee di utenze è ulteriormente ridotta al valore di utilizzo.

Dalla combinazione dei suddetti elementi è possibile realizzare il dispositivo nelle seguenti varianti:

  1. Impianto distribuzione gas medicali a singolo stadio (centrale a bombole)
  2. Impianto distribuzione gas medicali a doppio stadio (centrale a bombole)
  3. Impianto distribuzione gas medicali a singolo stadio (centrale con contenitori criogenici)
  4. Impianto distribuzione gas medicali a doppio stadio (centrale con contenitori criogenici)
  5. Impianto distribuzione gas medicali a singolo stadio (centrale mista bombole e con contenitori criogenici)
  6. Impianto distribuzione gas medicali a doppio stadio (centrale mista bombole e con contenitori criogenici)
  7. Impianto distribuzione aria a singolo stadio (centrale con compressori)
  8. Impianto distribuzione aria a doppio stadio (centrale con compressori)
  9. Impianto distribuzione aria a singolo stadio (centrale con unità proporzionale)
  10. Impianto distribuzione aria a doppio stadio (centrale con unità proporzionale)
  11. Impianto distribuzione aria a singolo stadio (centrale mista)
  12. Impianto distribuzione aria a doppio stadio (centrale mista)
  13. Impianto di distribuzione di II stadio
COMPONENTE NORMA DI RIFERIMENTO
Prese rapide per gas medicali UNI EN ISO 9170-1
Travi testa letto e pensili UNI EN ISO 11197
Valvole di intercettazione di servizio UNI EN 331
Valvole di intercettazione per alta pressione
Riduttori di pressione di linea UNI EN ISO 10524-2
Quadro di controllo e comando e gruppi di riduzione di primo stadio UNI EN ISO 7396-1

UNI EN ISO 10524-2

Unità di emergenza e manutenzione UNI EN ISO 7396-1

UNI EN ISO 10524-2

Centrale di segnalazione ed allarme CEI EN 60601-1-8

Marcatura CE -> 89/336/CEE

Collettore per bombole UNI EN ISO 7396-1
Dispositivi di bloccaggio per bombole UNI EN 13321

UNI EN 1057

Serpentina flessibile per gas medicali ad alta pressione UNI EN ISO 21969

 

Tubazioni in rame UNI EN 13348
Raccordi per tubi in rame UN EN 1254-1
Manometro/vuotometro UNI EN 837-1
Pressostati/Vuotostati
Gruppi di blocco area per gas medicali UNI EN ISO 7396-1
Lega brasante UNI EN 1044
Collegamenti flessibili a bassa pressione UNI EN ISO 5359

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Impianti per la distribuzione dei gas medicinali”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *